La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Infermieri, dopo lo stop, il Tar dà il via alla validità del concorso, così si può assumere

Il Tar si è pronunciato sui ricorsi presentati non disponendo la sospensiva della procedura: 68 assunzioni al Santa Croce e 70 all'Asl Cn1

Cuneo

La Guida - Infermieri, dopo lo stop, il Tar dà il via alla validità del concorso, così si può assumere

Buone notizie per quanta riguarda gli infermieri da assumere nel pubblico. Lo stop al concorso regionale di Azione Zero dei 226 posti dopo il ricorso al Tar di due infermieri esclusi è bloccato. Il Tar si è pronunciato sui ricorsi presentati non disponendo la sospensiva della procedura e rinviando a novembre la discussione nel merito, pertanto il concorso rimane valido e le assunzioni possibili.
Gli infemrieri possono così essere assunti: 68 al Santa Croce e Carle di Cuneo e 70 all’Asl Cn1.

A febbraio Azienda Zero, la mega azienda centralizzata della sanità regionale voluta a tutti i costi da Cirio e Icardi che avrebbe dovuto efficentare e gestire concorsi e appalti, fa gli orali del grande concorso da infermiere cui hanno partecipato in quasi 2 mila per 226 posti iniziali, più che raddoppiati nel giro di poche settimane, a causa delle carenze di personale nella sanità pubblica. Sono i posti della tanta sbandierata crescita del personale nella sanità piemontese per combattere l’esodo verso i privati e le liste di attesa. Le aziende, comprese Cuneo, si sono affrettate ad accaparrarsi il personale, ma a metà maggio la beffa. Due dei bocciati agli orali hanno fatto ricorso al Tar denunciando il mancato rispetto delle regole. A causa di quel ricorso, tutte le assunzioni, quelle già avvenute e quelle che si stavano formalizzando in queste settimane da Aso e Asl si sono fermate, in attesa di un pronunciamento del Tar che, almneeo in aprte, si è pronunciato. a Novembre dovrà decidere nel merito se reintegrare i due ricorrenti, ma non sulla validità o meno del concorso.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente