La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 16 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Inaugurazione del sentiero Franco Gallizio

In valle Maira, da Ussolo alle “Porte di Roma”, con la sottosezione Cai di Dronero

Dronero

La Guida - Inaugurazione del sentiero Franco Gallizio

Domenica 16 giugno la sottosezione del Cai di Dronero ha organizzato una gita sociale lungo il “Sentiero Franco Gallizio – Giro delle Porte di Roma”, che verrà inaugurato nell’occasione. La partenza è fissata alle 7,30 da Dronero, in piazza XX Settembre. Alle 16.30, a Ussolo, Messa in ricordo di Franco Gallizio e inaugurazione sentiero. Iscrizioni: tel. 320.0662743 (WhatsUp, sms). In caso di maltempo l’evento verrà rinviato. Informazioni: Sergio 320.0662743, Stefano 340.1598068, Charly 335.7372186.
“‘L’hai ciapà l’andi e son andàit al ”Porte ‘d Ruma” (mi sono mosso e sono andato alle Porte di Roma). L’abbiamo sentito tante volte il nostro amico Franco dire questa frase tanto che, dopo la sua prematura scomparsa, ormai due anni fa, ci è parso naturale dedicargli proprio quel sentiero – precisa il consiglio direttivo della sottosezione Cai di Dronero -. Franco Gallizio era un nostro amico, socio Cai, consigliere e volontario da sempre della sottosezione di Dronero. Per lui il vallone di Ussolo era, con la Gardetta, il suo luogo del cuore e tanto  si era speso, sacrificando infinite settimane di ferie, prima nella cura della capanna Ussolo e poi nella costruzione del rifugio della Gardetta. Spesso ci raccontava di aver incontrato persone che non erano riuscite a individuare il percorso per arrivare alle fantomatiche ‘Porte di Roma’, nome con chissà quale origine, passaggio che domina dall’alto il vallone di Ussolo e lo mette in comunicazione con i pascoli del vallone di Traversiera.
Il sentiero parte dalla chiesa della borgata di Ussolo e sul vecchio tracciato raggiunge Grange Passo, Grange Chiotto Ligera e la purtroppo ormai ex capanna Ussolo. Nei pressi della capanna, con un bivio a destra percorre il vecchio tracciato caduto in disuso che bordeggiando la pietraia sale nella bella conca pascoliva del monte Chirlè e, piegando decisamente a sinistra, raggiunge le ‘Porte di Roma’, una spaccatura nella roccia che immette nei prati sul pendio del Monte Ruisass. Il percorso prosegue a mezza costa per raggiungere la gobba del Monte Cappel e, seguendo il filo di cresta, scende, sempre su sentiero in mezzo ai prati, al colletto Serasin. Il panorama è splendido, si cammina tra i prati, a cavallo dei valloni di Ussolo e Traversiera e al cospetto di tutte le cime dell’alta Valle Maira. Dal colletto si perde rapidamente quota nel lariceto per raggiungere la capanna e, sul percorso di salita, il punto di partenza.
È un sentiero escursionistico di media difficoltà con una lunghezza di circa 14 km con 1.000 metri di dislivello. Per un camminatore medio ci vogliono attorno alle  cinque ore di cammino.
I lavori di segnalazione sono stati finanziati in buona parte con fondi donati in sua memoria dagli amici di Franco e da una donazione dei parenti”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente