La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Servizio sanitario totalmente pubblico, no Tav, più peso a formazione, istruzione e scuola, diritto al lavoro, transizione ecologica

Francesca Frediani: battaglie per il salario minimo e il reato di omicidio sul lavoro, lotta alla discriminazione di genere, stop al consumo del suolo, creazione di politiche industriali di filiera

Cuneo

La Guida - Servizio sanitario totalmente pubblico, no Tav, più peso a formazione, istruzione  e scuola, diritto al lavoro, transizione ecologica

Sanità al centro anche del programma della candidata di Piemonte Popolare Francesca Frediani. “Noi vogliamo un servizio sanitario totalmente pubblico, che riceva finanziamenti adeguati almeno in linea con i migliori standard europei – si legge nel programma -. Ci opponiamo al dilagare del privato in sanità in tutte le sue forme ad iniziare dal partenariato pubblico-privato, favorito dalle ultime giunte regionali sia di destra che di centro-sinistra. Riteniamo più che mai urgente l’approvazione di un nuovo piano sociosanitario”.

Piemonte Popolare, si sottolinea nel programma – è contro l’industria bellica, la presenza della Nato in Piemonte e gli accordi con Israele, “La crescita economica basata sull’economia di guerra va rifiutata, la tecnologia e la ricerca vanno messe a servizio del benessere delle comunità e delle persone”. 

No secco alla Tav: “Investire sul Tav significa investire sul cemento e su un’opera che non è né utile né prioritaria per il Paese, sottraendo preziose risorse ad altri settori e opere realmente necessarie. Riteniamo sia fondamentale investire in nuove infrastrutture ambientalmente compatibili e potenziare il trasporto pubblico”. Tra le proposte la progettazione e la realizzazione di infrastrutture ciclabili , il trasferimento del sistema di trasporto merci dalla gomma al ferro e il potenziamento dei poli logistici in ottica intermodale.

Un capitolo importante è dedicato all’ambiente e all’agricoltura: stop al consumo del suolo per investire sul recupero dell’esistente; tagliare in modo netto con la continua espansione di edifici, capannoni, logistica e grande distribuzione; investimenti per la riduzione dei consumi e promozione della raccolta differenziata; finanziare e realizzare l’installazione di pannelli fotovoltaici nei casi di sostituzione di tetti in materiale con fibra d’amianto; no alla riproposizione del nucleare; deciso incremento delle energie rinnovabili; riconoscere alle aziende agricole il valore economico, sociale e ambientale svolto attraverso il presidio del territorio; rispetto dei diritti e della dignità dei lavoratori migranti.

Nel programma anche la lotta alle discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere e, in particolare puntare ad una legge che riconosca alla nascita i figli delle famiglie omogenitoriali e i percorsi di affermazione di genere.

Sul tema del lavoro le proposte riguardano la creazione di politiche industriali di filiera, il contrasto alla tendenza all’esternalizzazione dei servizi e i subappalti e la battaglia per il salario minimo e il reato di omicidio sul lavoro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente