La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Fratelli d’Italia chiede le dimissioni della sindaca Manassero

Massimo Garnero e Noemi Mallone a seguito dell'abbandono da parte di Centro per Cuneo di ieri sera in consiglio comunale

Cuneo

La Guida - Fratelli d’Italia chiede le dimissioni della sindaca Manassero

Il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia di Cuneo, con il capogruppo Massimo Garnero e la consigliera Noemi Mallone chiedono le dimissioni del sindaco Patrizia Manassero a seguito dell’abbandono da parte di Centro per Cuneo di ieri sera in consiglio comunale.
“La crisi, – scrivono – già nota nei mesi scorsi con continue divisioni sui principali temi amministrativi tra i Partiti e le liste civiche di centrosinistra, si è manifestata palesemente ieri sera in Consiglio Comunale con l’abbandono dei lavori da parte dei Consiglieri del gruppo Centro per Cuneo. Ciò è avvenuto in seguito alle nomine in Fondazione CRC che, con ogni probabilità, non hanno accontentato i vari soggetti che sostengono l’attuale amministrazione. Questo fatto dimostra come, il Sindaco e questa maggioranza, non siano più in grado di amministrare la Città. L’annullamento di un’importante seduta di Consiglio Comunale per una divergenza su alcune nomine da attribuire, denota che le gravi lotte intestine e gli scontri interni alla maggioranza sono finalizzati esclusivamente al mantenimento ed alla gestione del potere, non alle scelte amministrative volte al bene della Città. Il Gruppo Consiliare di FdI Cuneo ritiene sia davvero ora, dopo due anni alquanto tormentati e di stagnazione per la nostra Città, che il Sindaco Manassero si renda conto delle troppe differenze che caratterizzano la sua supposta maggioranza e che, prendendone atto, con coscienza e senso di responsabilità si dimetta. In questo modo consentirà finalmente ai cittadini cuneesi, come del resto avverrà in tutta Italia, di tornare ad esprimere il proprio voto e se lo vorranno, di sperimentare il buon governo del centrodestra, sicuramente più attento a soddisfare le principali esigenze della nostra comunità”.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente