La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 21 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La grande partenza della Vuelta in Piemonte e sulle strade della Granda?

Ufficializzato l'interesse della Regione per ospitare la partenza della corsa a tappa spagnola nell'agosto 2025. Sarebbe la prima volta in Italia. Tra le possibili tappe la Cherasco-Alba, ma altre aree potrebbero essere coinvolte

Torino

La Guida - La grande partenza della Vuelta in Piemonte e sulle strade della Granda?

La Regione Piemonte ha ufficializzato in Giunta l’interesse a ospitare sul suo territorio la Grande Partenza della corsa a tappe spagnola “La Vuelta a España”. La richiesta di diventare sede della gara che si svolgerà nell’agosto del 2025 è stata comunicata agli organizzatori dell’evento e rappresenta il primo passo di un’interlocuzione operativa volta a portare in Piemonte la terza corsa a tappe al mondo per importanza dopo il Tour de France e il Giro d’Italia.

Quattro le tappe che da una prima ricognizione potrebbero al momento essere coinvolte nello svolgimento della grande partenza 2025: tappa 1, Venaria Reale-Novara; tappa 2, Cherasco-Alba; tappa 3, San Maurizio Canavese-Ceres; tappa 4, partenza da Bussoleno con uscita dall’Italia.
“Ma – assicurano dalla Regione – si sta approfondendo la possibilità di coinvolgere altre aree del territorio piemontese”. Sarebbe la prima volta della competizione iberica sulle strade italiane. La Vuelta a España è inserita dall’Unione Ciclistica Internazionale nel circuito professionistico del World Tour e dura tre settimane nel periodo agosto-settembre. L’audience media in televisione, in Spagna, è pari a 1 milione e 300mila spettatori giornalieri, l’evento è seguito da circa 200 broadcast al mondo con oltre 15mila ore prodotte in tutti i Paesi, i contatti sui social media sono quasi 13 milioni con oltre 2 milioni di follower e il sito internet della Vuelta registra oltre 18 milioni di contatti annui.

Foto di repertorio.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente