La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 16 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A giugno tornano, nelle vallate cuneesi, le “Scalate leggendarie” 

Un’occasione per gli appassionati di bicicletta di percorrere tracciati resi celebri dai passaggi del Giro d’Italia e del Tour de France 

La Guida - A giugno tornano, nelle vallate cuneesi, le “Scalate leggendarie” 

scalate leggendarie

Fra poco meno di due mesi e mezzo torneranno ad animare le nostre valli le Scalate Leggendarie, l’evento cicloturistico delle Terre del Monviso fatto di un programma di salite in bicicletta verso colli e arrivi in quota nelle valli Stura, Grana, Maira, Varaita, Po ed Infernotto, con strade chiuse al traffico dei veicoli a motore.
Saranno tre giornate singole e una “sei giorni” consecutivi, in concomitanza con un analogo evento francese, per affrontare salite rese celebri dalle imprese dei professionisti.
Tra giugno e settembre, gli appassionati di bicicletta, tradizionale o elettrica, potranno cimentarsi scalando il Colle Fauniera, il Colle dell’Agnello, l’ascesa al Pian del Re (sorgenti del Po), il Colle di Sampeyre, la salita verso Montoso e Rucas di Bagnolo Piemonte, su tracciato allungato rispetto a quello dello scorso anno, e, la novità del 2024, la breve ma intensa salita verso Montemale di Cuneo: in tutto, nove giornate riservate ai cicloturisti.
Si tratta di una festa del ciclismo, un’occasione per gli appassionati delle due ruote di percorrere con il proprio passo e senza spirito di competizione strade ricche di fascino per via del loro dislivello e in virtù del ricordo delle imprese dei professionisti, lungo percorsi resi celebri dai passaggi del Giro d’Italia e del Tour de France.
La formula della manifestazione prevede un appuntamento di sei giorni consecutivi, da mercoledì 3 a lunedì 8 luglio – subito dopo il passaggio del Tour de France in Piemonte – nei quali sarà possibile affrontare tutti gli arrivi in sequenza, uno al giorno (mercoledì 3 luglio il Colle Fauniera dalle valli Stura, Grana e Maira; giovedì 4 luglio il Colle di Sampeyre dalle valli Maira e Varaita; venerdì 5 luglio il Pian del Re in valle Po; sabato 6 luglio la salita a Montoso di Bagnolo Piemonte in valle Infernotto; domenica 7 luglio la salita a Montemale di Cuneo dalle valle Grana; lunedì 8 luglio il Colle dell’Agnello in valle Varaita, con incontro alla sommità con analoga manifestazione cicloturistica francese), e tre giornate singole riservate ciascuna ad uno dei tre principali arrivi del circuito (sabato 15 giugno il Colle Fauniera dalle valli Grana e Maira, sabato 22 giugno il Pian del Re in valle Po, domenica 1° settembre il Colle dell’Agnello in valle Varaita, con incontro alla sommità con l’analoga manifestazione cicloturistica francese).
La partecipazione è gratuita e tutti coloro che si registreranno presso i punti di ritrovo previsti in ciascuna giornata riceveranno un talloncino commemorativo da posizionare sulla propria bicicletta.
Giunta alla sua terza edizione “Scalate leggendarie” vanta 6.500 appassionati ciclisti iscritti nel corso delle prime due. Nell’edizione di quest’anno viene promosso insieme all’analoga proposta francese chiamata “Tournée des Grand Cols”, che si svolge in contemporanea da giovedì 4 a martedì 8 luglio (giovedì 4 luglio Col du Galibier, venerdì 5 luglio Col du Granon, domenica 7 luglio Col d’Izoard, lunedì 8 luglio Colle dell’Agnello e martedì 9 Col de l’Échelle) creando in questo modo un interessante prodotto turistico transfrontaliero dedicato agli appassionati della bicicletta.
Per ulteriori informazioni:  www.scalateleggendarie.it.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente