La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Chiude il consiglio regionale, Cirio assente “interpretato” da Martinetti

Il consigliere entra con una maschera di carta del presdiente che risulta il più assente a Palazzo Lascaris, presente solo a 7 sedute su 62

torino

La Guida - Chiude il consiglio regionale, Cirio assente “interpretato” da Martinetti

Ha chiuso la sua attività il consiglio regionale della legislatura Cirio che si è tenuto ieri, giovedì 4 aprile, in un’ultima seduta a Palazzo Lascaris. Approvata anche una norma che permette di partecipare alle prossime elezioni regionali, senza obbligo di raccolta firme, a tutte le forze politiche o i movimenti corrispondenti a gruppi parlamentari presenti in almeno una delle due Camere.
Ma nel consiglio va in scena anche una “protesta” del Movimento 5 Stelle contro l’ennesima assenza nel parlamentino piemontese del governatore Alberto Cirio. Il suo conterraneo albese Ivano Martinetti decide di mettersi la maschera di carta con la faccia del goverantore, alludendo al fatto che Cirio in questo consiglio, di cui fa parte, è stato il più assente di tutti. Stando ai numeri forniti dall’ufficio di presidenza nel corso dell’ultimo anno su 62 seduta Cirio non si è visto per ben 55 un tasso di presenza di appena l’11%. Un dato significativo il governatore che è anche uno dei consiglieri, così come i suoi assessori (dalla prossima legislatura non sarà più così per gli assessori perché ci sarà incompatibilità tra le funzioni di assessore e consigliere). Cirio e assessori ovviamente hanno funzioni di governo e molto spesso la loro assenza è giustificata dagli impegni di mandato. Ma la media della presenza degli assessori supera comunque la metà dei consigli, a parte Cirio e l’assessore alal sanità Icardi.
Cinque leghisti sono i sempre presenti, dal presidente del consiglio Stefano Allasia al capogruppo alberto Preioni e al cuneese Matteo Gagliasso, ma i cuneesi sono tutti con medie molto alte dal 98% di Demarchi e Graglia al 95% del capogruppo di Fratelli d’Italia Paolo Bongioanni fino al 65% di Marello.

Ecco l’elenco di cui non fa parte Michela Rosetta (Gruppo Misto) che è appena entrata in consiglio e la sua nomina è stata vidimata proprio all’ultimo consiglio.

 

Stefano Allasia (Lega)  100% presidente del consiglio

Matteo Gagliasso (Lega) 100%

Gianluca Gavazza (Lega) 100%

Federico Perugini (Lega) 100%

Alberto Preioni (Lega) 100% capogruppo della Lega

Alessandra Hilda Francesca Biletta (Forza Italia)  98%

Paolo Demarchi (Lega) 98%

Francesco Graglia (Forza Italia)  98% vicepresidente del consiglio

Michele Mosca (Lega) 98%

Diego Sarno (Pd)  98%

Alberto Avetta (Pd) 97%

Giorgio Bertola (Gruppo misto – Europa Verde) 97%

Monica Canalis (Pd) 97%

Francesca Frediani  (Gruppo misto) 97%

Paolo Bongioanni (Fratelli d’Italia)  95% capoguppo Fratelli d’Italia

Raffaele Gallo (Pd) 95% capogruppo Pd

Silvio Magliano (Moderati) 95% capogruppo Moderati

Daniele Valle (Pd) 95% vicepresidente del consiglio

Andrea Cane (Lega)  94%

Sarah Disabato (MoVimento 5 Stelle) 94% capogruppo Movimento 5 Stelle

Domenico Rossi (Pd)  94%

Angelo Dago (Lega) 92%

Mauro Fava (Forza Italia) 92%

Carlo Riva Vercellotti (Fratelli d’Italia) 92%

Sara Zambaia (Lega) 92%

Ivano Martinetti (Movimento 5 stelle) 90%

Andrea Cerutti (Lega)  89%

Giovanni Battista Poggio (Lega) 89%

Sergio Chiamparino (Pd) 87%

Claudio Leone (Gruppo Misto)  84%

Paolo Ruzzola (Forza Italia) 82% capogruppo Forza Italia

Valter Marin (Lega) 81%

Davide Nicco (Fratelli d’Italia)  81%

Silvana Accossato (Liberi Uguali Verdi)  79% capogruppo Liberi Uguali Verdi

Fabio Carosso (Lega) 79% vicepresidente della Regione e assessore urbanistica e montagna

Mario Giaccone (Chiamparino per il Piemonte – Monviso) 79%  capogruppo Chiamparino per il Piemonte

Sean Sacco (Movimento 5 stelle) 76%

Maurizio Raffaello Marrone ( Fratelli d’Italia) 74% assessore politiche sociali

Andrea Tronzano (Forza Italia)  73% assessore bilancio

Letizia Giovanna Nicotra (Lega)  71%

Mauro Salizzoni (Pd) 66%

Maurizio Marello (Pd) 65%

Riccardo Lanzo (Lega) 56%

Domenico Ravetti (Pd) 95%

Fabrizio Ricca (Lega) 53% assessore sport

Elena Chiorino (Fratelli d’Italia)  52% assessore istruzione e lavoro

Chiara Caucino (Lega) 50% assessore personale e famiglia

Marco Protopapa (Lega) 47% assessore agricoltura

Luigi Genesio Icardi (Lega) 29% assessore sanità

Alberto Cirio (Forza Italia) 11% presidente della Regione Piemonte

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente