La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Accuse di schiamazzi per due locali a Cuneo, ancora due udienze

Continua il processo a carico delle titolari del Bar Mirela e del Chicken King, poco distanti dalla stazione ferroviaria nel capoluogo

La Guida - Accuse di schiamazzi per due locali a Cuneo, ancora due udienze

CuneoOccorreranno altre due udienze per arrivare alla conclusione del processo a carico di M. S. e C. J., le due titolari dei locali “Bar Mirela” di piazza della Libertà e “Chicken King” di via Silvio Pellico, denunciate dai residenti della zona per disturbo della quiete pubblica. Dopo i resoconti del disagio profondo vissuto dai residenti che dopo anni di inutili proteste e proposte volte a trovare una soluzione di pacifica convivenza sono passati alla denuncia, sono stati ascoltati in aula anche  i testimoni della difesa, frequentatori del bar nelle ore diurne ma anche abituali clienti delle serate di musica e canti al Bar Mirela o del Chicken King. “Una ventina di persone all’interno del bar dove veniva messa la musica. Una volta sola avevo visto i Carabinieri dopo la mezzanotte, ma tanto stavano per staccare la musica”, aveva riferito una testimone. “La musica veniva dal televisore nel locale – aveva riferito una nipote della titolare del Chicken King -, da fuori si sentiva solo quando si apriva la porta. Una volta sola abbiamo avuto problemi con un ragazzo africano che già alle 10 era ubriaco e non gli volli servire altri alcolici. Tornò con una birra e voleva tirarmela addosso. I Carabinieri lo portarono via”. Secondo alcune persone ascoltate in aula, più volte i Carabinieri sarebbero stati mandati a controllare, senza però riscontrare alcuna irregolarità: “A volte passavano pensando fosse aperto, mentre in realtà era chiuso e noi facevamo le pulizie”. A creare problemi non sarebbero stati i clienti dei locali ma i ragazzi che giravano fuori, per strada, ed erano proprio i titolari dei locali a chiamare le forze dell’ordine per evitare problemi. Nel corso dell’ultima udienza la difesa ha chiesto e ottenuto l’ammissione di altre sei testimonianze prima di passare alla discussione fissata per il 16 aprile. Nell’udienza del 26 marzo verranno quindi ascoltati il commercialista di una delle due titolari, il perito industriale che studiò l’impatto acustico sia nel 2017 sia nel 2023 e altri testimoni dei fatti.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente