La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 19 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

La conversione e la morte violenta di Pietro da Verona

La figura inconsueta del domenicano rappresentato con la testa spaccata da un’arma

La Guida - La conversione e la morte violenta di Pietro da Verona

1 - Crocifissione con san Pietro da Verona; Affresco; Attribuito ad Aimo Volpi; Inizi del XVI secolo; Convento di San Giovanni; Saluzzo.

Nelle cappelle tardomedievali cuneesi si registra spesso la presenza di un santo la cui raffigurazione appare piuttosto inconsueta. Pur essendo infatti rappresentato come un appartenente all’ordine domenicano, la cui santità è quasi sempre sottolineata attraverso l’aureola, a connotare la sua figura è la sua testa colpita e spaccata in due da un falcastro, e cioè un attrezzo agricolo detto anche “falce a rovescio” utilizzato talora anche come arma. Proprio quest’arma, unita ad un pugnale talora piantato nel petto e talora sulla schiena del santo, ad essere divenuta il simbolo iconografico identificativo di san Pietro da Verona,

Per leggere questo contenuto devi essere abbonato all’edizione digitale de La Guida.

Abbonati qui

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente