La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 22 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sit-in di protesta sotto il Comune per il Giorno del Ricordo

Fratelli d'Italia in una manifestazione sabato 10 febbraio alle ore 11 contro la decisione del Comune di negare il patrocinio al Giorno del Ricordo

La Guida - Sit-in di protesta sotto il Comune per il Giorno del Ricordo

Cuneo – Sarà un sit-in alle 11 di sabato 10 febbraio sotto il Palazzo Comunale di Cuneo contro la decisione del Comune di negare il patrocinio al Giorno del Ricordo, la giornata istituita per ricordare le vittime delle foibe.
A protestare è la Federazione Provinciale di Fratelli d’Italia di Cuneo in aperto dissenso per il negato patrocinio della Città di Cuneo alla manifestazione in programma il 16 febbraio e che vedrà come protagonista il senatore Roberto Menia primo firmatario della legge n. 92 del 2004 che istituisce come “solennità civile nazionale” il Giorno del Ricordo.

“Si rammenta – ricorda il presidente provinciale di Fratelli d’Italia, William Casoni – qui che è la stessa legge ad imporre alle amministrazioni di celebrare degnamente la ricorrenza del 10 febbraio. Risultano dunque incomprensibili le motivazioni per cui l’Amministrazione comunale cuneese continui ad ignorare una pagina di storia che dovrebbe essere patrimonio di tutto il nostro Paese. Pochi mesi fa è stato presentato un ordine del giorno che impegnava la Giunta comunale a trovare le modalità per intitolare un luogo al Ricordo dei Martiri delle foibe e dell’esodo, anche questo prontamente disatteso… Verrà deposto un mazzo di fiori in memoria dei nostri fratelli italiani che finirono tragicamente nelle foibe, o di quelli costretti a scappare dalla loro terra natia. Speriamo in questo modo di smuovere le coscienze di chi governa questa Città da trent’anni e che ogni anno in questo periodo, quasi in imbarazzo, deve ricordare ai propri concittadini di non aver fatto pace col passato. Proprio in relazione a ciò, facciamo notare come in altre città in provincia di Cuneo abbiano da tempo deciso di dedicare uno spazio ai Martiri delle foibe: Bra, Fossano, Savigliano, Alba, Mondovì, Borgo San Dalmazzo, Boves, Cervasca, Ceva e altre ancora”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente