La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 12 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Prodotti e piatti della Valle Tanaro

Sono molti i prodotti e le coltivazioni tipiche del luogo che offrono ai visitatori ottimi spunti gastronomici

La Guida - Prodotti e piatti della Valle Tanaro

Valle Tanaro – Sono molti i prodotti e le coltivazioni tipiche del luogo che offrono ai visitatori ottimi spunti gastronomici per venire a visitare queste terre immerse nella natura. Dal 2004 è stato istituito un apposito Consorzio Prodotti Tipici Alta Val Tanaro che si pone numerosi obiettivi. In primis, la tutela, adottando un marchio consortile riportato sulle confezioni. Quindi la promozione e valorizzazione: partecipando a manifestazioni, mercati, fiere; spingendo i ristoratori e i negozianti ad offrire i prodotti della valle. Ricerca e ampliamento degli sbocchi commerciali: intraprendendo contatti con negozi locali e non, con la grande commercializzazione, coi ristoratori e con le famiglie. Qualità: garantendo ai consumatori il rispetto delle metodiche di produzione grazie ai disciplinari di produzione. Remunerazione: definendo con i produttori una tabella di prezzi comune, che consenta equa e adeguata remunerazione.

I numerosi prodotti presenti sono: il fagiolo “Bianco di Bagnasco”; la castagna “Garessina”; la rapa “di Caprauna”; il cece “di Nucetto”; il grano saraceno “Furmentin”; il vitigno “Ormeasco”; il fagiolo “Maomese”; le patate di Montagna dell’Alta Val Tanaro; la farina di mais Ottofile e altre varietà pregiate; il formaggio “Ormea” e altri formaggi e derivati vaccini e ovicaprini, il miele; ortaggi e piccoli frutti; erbe aromatiche e officinali spontanee.

Tra i piatti golosi da gustare: la polenta di grano saraceno o polenta nera per il colore scuro della farina. La polenta più antica, arricchita nell’Ottocento dall’arrivo delle patate che si accompagna alla bagna bianca di porri, funghi e panna. Nella valle si trovano castagneti e faggete, alternati a boschi misti, che creano l’habitat ideale per i funghi, dai porcini all’ovulo reale, da provare crudi, affettati a sottili lamelle o sott’olio. E poi ancora da assaggiare la torta verde, i tortelli di cin, panizze, lasagne ormeasche, gli gnocchi di rape, i funghi trifolati, l’insalata di ovoli e le paste di Ormea.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente