La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Lo spettacolo del presepe vivente per le strade di Peveragno

Il 24 e il 26 dicembre a partire dalle 19 e dalle 19.30 la rievocazione degli antichi mestieri. Martedì fuochi d’artificio dalla collina di San Giorgio

La Guida - Lo spettacolo del presepe vivente per le strade di Peveragno

Peveragno – Due serate, il 24 e il 26 dicembre a partire dalle 19.30 e dalle 19 per uno spettacolo che rappresenta un vero e proprio salto indietro nel tempo. Il presepe di Peveragno è al tempo stesso promozione culturale del territorio e valorizzazione della memoria collettiva. Un evento che impiega il lessico simbolico della rievocazione del passato, per definire la fisionomia del presente.

La messinscena che la Pro Loco allestisce è un evento popolare, nutrito dalla sensibilità di chi lo rappresenta, che contiene la capacità di raffigurare in modo poetico, coinvolgente e semplice il mistero della natività. Una meditazione sui sentieri che legano passato e futuro e determinano l’identità del territorio.

I cittadini peveragnesi sono protagonisti di uno spettacolo immersivo, coinvolgente, in cui la suddivisione dei ruoli fra interpreti e pubblico, comparse e osservatori non appare mai così netta.

Circa cinquecento figuranti animeranno una carrellata dinamica di mestieri appartenenti alla consuetudine del tempo. Botteghe, laboratori antichi e postazioni saranno disseminate lungo un itinerario segnato da luci, bracieri e fiaccole, che faranno da sfondo a musiche, rumori e sapori.

Insieme, quasi sincronizzati nei movimenti rinnoveranno il gusto del ricordo, conservando la freschezza della tradizione come scoperta per chi la incrocia per la prima volta. Il centro della scena sarà la capanna di Betlemme, con la Sacra Famiglia interpretata nelle due serate da Erik e Sabrina Rittà, dal loro piccolo Marco nei panni di Gesù bambino e Matteo in quelli dell’angioletto.

Il biglietto d’ingresso del costo di dieci euro (l’accesso al percorso è gratuito per i nati fino al 2015 e ridotto a cinque euro per i nati fino al 2011), sarà accompagnato in entrambe le serate da un coupon, contenente dieci tagliandi da utilizzare per le degustazioni (polenta con spezzatino, bruschette dolci con marmellata o nutella, minestrone di trippe e verdure, patate ajè, yogurt con cereali, salsiccia alla griglia, formaggi, frittelle di mele, goffri, pane e acciughe, pane e bagnetto verde, zuccherini , caldarroste, acqua minerale, vino, vin brulè, ciocciolata calda e caffè), distribuite lungo il tragitto.

Scene inedite convivono con gli elementi classici dell’iconografia dell’arte sacra, ma anche abilità artigianale e cultura religiosa si armonizzano e delineano un’esperienza che è peculiare del territorio.

Nella serata del 26, l’edizione 2023 del presepio regalerà ancora a partire dalle 22 il suggestivo spettacolo pirotecnico dalla collina di San Giorgio, l’omonima cappella sovrasta il paese.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente