La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 15 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Tenda, Aci Cuneo: “Si valuti anche l’apertura del vecchio tunnel”

Anche l'Automobile Club interviene nella manifestazione di oggi per chiedere interventi in grado di ripristinare i collegamenti

La Guida - Tenda, Aci Cuneo: “Si valuti anche l’apertura del vecchio tunnel”

Limone Piemonte – Nella protesta di oggi (lunedì 18 dicembre) al colle di Tenda per chiedere di terminare con urgenza i lavori per il nuovo tunnel, si fa sentire anche la voce di chi da sempre rappresenta le istanze degli automobilisti e difende la mobilità a quattro ruote: ecco una nota diffusa nel pomeriggio dall’Automobile Club di Cuneo e dal suo presidente Francesco Revelli (nella foto), già sindaco di Limone.
“Limone Piemonte non può più aspettare, né possono più aspettare la provincia di Cuneo e il sud ovest del Piemonte. L’Automobile Club Cuneo, che rappresento per tutti i suoi 9.000 associati, invita tutti a essere pragmatici: se bisogna concentrare tutte le risorse nell’ultimare l’opera primaria, che consiste nella nuova canna, occorre oltremodo riaprire in contemporanea anche quella vecchia, che necessita di pochissimi lavori di manutenzione che potrebbero essere realizzati in questi mesi, cosa che permetterebbe di usufruire in estate del valico del Tenda in ambedue le direzioni e da entrambi i trafori. Solo dopo, con tutta calma, si valuterà come procedere per il rifacimento della vecchia galleria, quali finanziamenti stabilire e soprattutto quali tempi accertare. Il passaggio per il Tenda è vitale per una mobilità che si può definire sostenibile, per lo spostamento delle persone, delle merci e per lo sviluppo del turismo. Se è prevista la fine dei lavori della nuova canna per giugno 2024, e quindi la sua apertura, occorre che tutto il passaggio del Tenda sia completo. Per far questo ci vuole molto realismo: la nuova canna sarà completata, ma aprirla a senso unico alternato è pericoloso, non soddisfa le esigenze dell’economia e soprattutto resterebbero in bilico tempi e procedimenti per il riadattamento della vecchia canna”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente