La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 20 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Forse domani l’ospedale di Cuneo avrà un direttore generale

Dovrebbe essere il giorno in cui la giunta regionale sceglierà i futuri direttori generali della sanità piemontese

La Guida - Forse domani l’ospedale di Cuneo avrà un direttore generale

Cuneo –  Forse domani, lunedì 18 dicembre, sarà il giorno in cui la giunta regionale sceglierà i futuri direttori generali della sanità piemontese. O meglio di una parte della sanità piemontese, quelle aziende che oggi sono commissariate, come l’Aso Santa Croce e Carle di Cuneo. E sono Azienda Zero e il San Luigi a Orbassano. Ma oltre i commissari ci sono le aziende in scadenza al 31 dicembre e sono l’Asl To3, l’Asl Città di Torino e le Molinette. Poi a fine maggio 2024 ci saranno tutte le altre nomine.

La scelta di Livio Tranchida, fatta in aprile, dopo le dimissioni del direttore generale Elide Azzan, potrebbe trasformarsi in una nomina a direttore generale (a Cuneo o altrove?). Anche perché il processo che dovrà portare al nuovo ospedale di Cuneo ha la necessità di essere guidato da un direttore generale, con tutti i poteri e le responsabilità di cui deve rispondere, e non da un commissario. L’ultimo passaggio di un eventuale avanzamento del Ppp, il partenariato pubblico privato, che è quello della dichiarazione di pubblica utilità del progetto, passa necessariamente da una firma di un direttore generale. 

La Regione ha finito la scorsa settimana i colloqui dei possibili candidati in ognuna delle 19 aziende ospedaliere del territorio piemontese, Aso, Asl e Aou (aziende ospedaliere universitarie) compresa la nuova Azienda Zero regionale. Per ognuna è stato redatto un elenco degli ammessi ufficializzato ieri, mercoledì 13 dicembre. Per l’Aso Santa Croce e Carle sono 29 aspiranti direttori generali tra cui proprio Livio Tranchida, uno dei pochi nomi ad essere stato ammesso nelle liste di tutte e 19 le aziende piemontesi. In lista anche Giuseppe Guerra, l’attuale direttore dell’Asl Cn1, Paola Malvasio, ex direttore sanitario dell’Aso di Cuneo fino al 2019, e Gianni Bonelli, ex direttore generale dell’Asl Cn tra il 2012 e il 2015. Per l’Asl Cn1 sono 49 gli ammessi, e per l’Asl Cn2, che dovrà sostituire il pensionamento di Massimo Veglio, sono 56 in lista: oltre a Tranchida, Guerra e Malvasio anche Adriano Leli, già in lizza tra i possibili commissari del Santa Croce, e Gianfranco Cassissa ex direttore amministrativo prima dell’Asl Cn2 e poi del Santa Croce con Azzan. 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente