La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 18 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Si laurea con uno studio condotto al Santa Croce e Carle di Cuneo

La neodottoressa Floriana Mao ha elaborato una tesi sul carcinoma del colon-retto, in base a studi di medicina interna seguiti nell'area cuneese

La Guida - Si laurea con uno studio condotto al Santa Croce e Carle di Cuneo

Cuneo – Nei giorni scorsi a Torino, nell’Aula Magna delle Molinette, la neodottoressa Floriana Mao si è laureata con 110 e lode e dignità di stampa discutendo la tesi “Prossimalizzazione del carcinoma del colon-retto nella popolazione del Sud Piemonte nel periodo 2008-2019”, studio condotto presso la Medicina Interna dell’Ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo, diretta dal dottor Luigi Fenoglio.
“Il cancro del colon-retto è la terza neoplasia più comune al mondo e la seconda causa di mortalità correlata al cancro – si legge in una nota dell’Asl -. Ha un’elevata mortalità se rilevato in stadi avanzati quindi lo screening è lo strumento di salute pubblica più potente per ridurne la mortalità grazie alla rimozione degli adenomi precancerosi ed al rilevamento dei tumori nella fase iniziale dove i tassi di sopravvivenza a 5 anni sono superiori al 90%. In passato la letteratura ha riportato un aumento dell’incidenza delle neoplasie nel colon prossimale e questo potrebbe avere implicazioni per la scelta delle strategie di screening”.
“Il nostro studio – spiega il dr. Fenoglio (a sinistra nella foto) – è uno dei pochi che in Italia ha analizzato con ampi numeri (11.117 adenomi e 2101 carcinomi del colon- retto) la localizzazione di adenomi e carcinomi su un lungo periodo di tempo (12 anni)”.
Aggiunge la dottoressa Mao: “È stato riscontrato un aumento della proporzione delle lesioni precancerose prossimali tra il primo periodo (2008-2013) e secondo periodo di osservazione (2014-2019) ed è stata evidenziata una correlazione tra adenomi prossimali e età superiore ai 60 anni, mentre non è stata osservata una tendenza alla localizzazione dei carcinomi del colon-retto”.
“Sono lieto per il traguardo raggiunto dalla neodottoressa e mi congratulo per il lavoro svolto, ritenuto dalla Commissione di laurea degno di pubblicazione su riviste indicizzate. Il ruolo del Santa Croce come Ospedale di insegnamento, con la frequenza sia di laureandi sia di specializzandi, è fondamentale per il territorio di riferimento, ed ha una ricaduta diretta sulla qualità delle prestazioni rese e dell’assistenza erogata, grazie anche al contributo di stimolo al miglioramento continuo offerto dagli stessi studenti”, aggiunge Livio Tranchida, Commissario dell’Azienda Ospedaliera S. Croce e Carle (a destra nella foto).

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente