La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

“Cuneo città giardino, un lontano ricordo”, l’appello di Forza Italia

Il gruppo di minoranza in comunale interroga l'amministrazione su pulizia, deiezioni canine, degrado delle aree verdi e sicurezza nel centro storico

La Guida - “Cuneo città giardino, un lontano ricordo”, l’appello di Forza Italia

Cuneo –  “A che punto sono le misure di contenimento delle deiezioni canine e del degrado dei giardini delle aree verdi?”. A chiederlo è il gruppo di Forza Italia in consiglio comunale.
Cuneo città giardino, un lontano ricordo, erbe spontanee che stanno prendendo il sopravvento su piante e fiori messi a dimora; un esempio per tutti, Viale degli Angeli, ma per l’Amministrazione comunale è tutto a posto – scrivono in un comunicato -. In città la situazione non è diversa, anzi… delle deiezioni dei cani si è giù discusso in una precedente seduta del Consiglio comunale, ma siamo ancora al punto di partenza, non per colpa dei “migliori amici dell’uomo”; purtroppo se si porta il proprio cane a fare una passeggiata ma non si dispone del sacchettino e della bottiglietta d’acqua, è semplice immaginarne il risultato. Vi è poi la sporcizia causa diretta della presenza umana, ovunque cartacce, bottiglie vuote, senza fissa dimora che bivaccano sotto i portici del centro lasciando immondizia ed escrementi. Il fenomeno, in un primo tempo circoscritto al quadrilatero, si è propagato in ogni angolo della Città. Il Comune di Cuneo ha nel proprio piano organico solo tre giardinieri ed un quarto è in attesa di pensione; quindi, chissà quali sono le ditte esterne incaricate. I contratti di appalto nei confronti delle ditte esterne sono sufficientemente onorati e sufficienti per coprire il fabbisogno di pulizia della Città?”.
A prendere posizione è il capogruppo in consiglio Franco Civallero: “Il presidente del Comitato di Quartiere di Cuneo Storica  in un’intervista ad un giornale locale ha paragonato la situazione di piazza Boves e delle zone limitrofe a quella di un nuovo paradiso terrestre, quasi a voler alleviare il dolore alla sindaca per la situazione. Stranamente i residenti la pensano diversamente, sono esasperati, non vi è rispetto per l’ordine pubblico, non riescono a riposare, vi è il timore nel percorrere le vie della zona. Nelle ore notturne le scale d’accesso al parcheggio sotterraneo ed piani dello stesso sono frequentati da individui di dubbio status; la situazione non è migliore nelle strade laterali dove lo spaccio di stupefacenti sta diventando più redditizio rispetto alle attività legalmente autorizzate presenti nella zona. Sarebbe interessante sapere cosa è stato fatto per risalire ai proprietari incivili di cani, se si è data attuazione all’intensificazione delle multe per chi non raccoglie le deiezioni canine ed a chi lascia rifiuti fuori dagli appositi contenitori”.

 

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente