La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 12 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sabato 1 luglio alle 19 il concerto di apertura del Festival dei Saraceni

Nell’area del complesso monumentale del Santuario di Vicoforte con l'orchestra Tiepolo Barocca

La Guida - Sabato 1 luglio alle 19 il concerto di apertura del Festival dei Saraceni

Vicoforte – Si terrà nell’area del complesso monumentale del Santuario di Vicoforte il concerto inaugurale della 56ª edizione del Festival dei Saraceni. La storica kermesse concertistica nata a Pamparato nel 1968 è un punto di riferimento per quanto riguarda la musica barocca. Dal 2019 il festival è tornato ad essere organizzato dalla Fondazione Academia Montis Regalis. Dopo l’inaugurazione dell’anno scorso a Mondovì, la location per il primo concerto della rassegna quest’anno sarà il chiostro di Casa Regina Montis Regalis, con l’orchestra “Tiepolo Barocca”. Il concerto si terrà alle 19 di sabato 1 luglio. Il biglietto di ingresso all’esibizione costa 5 euro. Al termine dello spettacolo la Casa propone, per gli interessati, un’apericena in compagnia dei musicisti, presso i giardini dell’ex monastero, al prezzo di 25 euro. Per prenotazioni contattare il 0174 565 300.

L’orchestra Tiepolo Barocca è un progetto fondato da Diego Cal, che ne cura la direzione artistica. Musicista di grande esperienza con alcune delle maggiori formazioni del panorama della musica barocca, ha riunito nella formazione solisti e musicisti di successo provenienti da esperienze professionali di fama nazionale e mondiale, proponendo esecuzioni “storicamente informate” come si dice in gergo, ovvero utilizzando strumenti originali d’epoca e prassi esecutive contemporanee alle stesure delle partiture. I programmi della “Tiepolo” sono sempre una sorpresa, rappresentano l’opportunità di ascoltare sia pagine poco note o addirittura inedite sia grandi capolavori, come probabilmente erano eseguiti dai loro stessi autori.

«Casa Regina è lieta di accogliere e collaborare al bellissimo Festival che da tempo allieta le estati del Monregalese – commenta Daniele Garnero, direttore di Casa “Regina Montis Regalis” –, il nostro giardino pensile che si affaccia sul Santuario di Vicoforte sarà la cornice di una ricca apericena dopo il concerto!»

Il Festival dei Saraceni di Pamparato è nato come rassegna concertistica ed ha proposto negli anni anche corsi di perfezionamento e di costruzione e riparazione di strumenti musicali antichi, iniziative che hanno portato il nome della località cuneese ad affermarsi a livello nazionale ed europeo come un punto di riferimento nel panorama della musica antica. Oggi, anche dopo lo stop della pandemia, l’iniziativa prosegue con rinnovato spirito, confermando sia la parte concertistica rivolta al grande pubblico (con un programma eclettico, che spazia anche in altri generi musicali) e con la parte didattica, fatta di corsi e workshop estivi rivolti a studenti di tutti i livelli. Inoltre, la manifestazione diventa un mezzo per valorizzare i luoghi più suggestivi e ricchi di storia del monregalese, che diventano location degli appuntamenti del festival.

«Siamo veramente contenti di questa opportunità per esibirci in una cornice meravigliosa e ricca di storia come quella del complesso monumentale del Santuario di Vicoforte – commenta Maurizio Fornero, direttore artistico dell’Academia Montis Regalis –. Il festival dei Saraceni, che ha la sua sede principale a Pamparato, continua a rappresentare una manifestazione in grado di fare cultura e valorizzare la bellezza del territorio nei suoi luoghi più suggestivi. Grazie all’Amministrazione del Santuario, a Nativitas Aps e a Casa Regina Montis Regalis per questa collaborazione, che ci consente di aggiungere anche questi spazi magnifici al nostro cartellone».

 

Sabato 1° luglio 2023 – ore 19 – Chiostro del Santuario di Vicoforte

INCANTI E MAESTRIE BAROCCHE

Georg Friedrich Händel (1685-1759) – Sonata per tromba e due oboi

Johann Joseph Fux (1660-1741) – Partita in do maggiore K.331

Johann Heinrich Schmelzer (1620-1680) – Lamento sopra la morte di Ferdinando III

Georg Friedrich Händel – Concerto grosso in fa maggiore per due oboi, archi e basso continuo op. 3 n. 4 HWV 315

Romanus Weichlein (1652-1706) – Sonata n. 1 per due trombe, archi e basso continuo

Heinrich Ignaz Franz Biber (1644-1704) – Battalia a 10 (1673)

Tomaso Albinoni (1671-1751) – Sinfonia da La Statira

Allegro – Andante – Allegro

  

Orchestra Tiepolo Barocca

Matteo Zanatto, Massimiliano Tieppo, Alessia Turri, Laura Scipioni, Alessandra Scatola, violini

Emanuele Marcante, Alessandro Lanaro, viole

Carlo Zanardi, violoncello

Daniele Rosi, contrabbasso

Marius Bartoccini, clavicembalo

Arrigo Pietrobon, Michele Antonello, oboi

Paola Frezzato, fagotto

Emanuele Resini, tromba

Diego Cal, tromba e direzione

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente