La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 25 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Salgono a 49 i Comuni a rischio dopo la notte di pioggia, a Barge 306 mm di pioggia

Previste le piene dei fiumi nelle prossime ore, ma le previsioni fanno ben sperare nel pomeriggio

La Guida - Salgono a 49 i Comuni a rischio dopo la notte di pioggia, a Barge 306 mm di pioggia

Cuneo – Nelle ultime dodici ore a Barge sono scesi 115,8 mm di pioggia che fanno salire a 306,2 i livelli di pioggia complessiva negli ultimi quattro giorni. Nelle ultime 12 ore sono state registrate precipitazioni cumulate di circa 50-70 mm sulla valle Po, sul resto delle zone alpine e pedemontane valori compresi tra 30 e 50 mm. Da venerdì a Pradeboni sono 193,6 mm.  Lo dice il bollettino Arpa della mattina.

Comuni a rischio

Secondo l’Arpa salgono a 49 i Comuni della Provincia di Cuneo a rischio arancione sia per la quantità di pioggia sia per il pericolo fiumi. Sono nell’ordine: Barge, Bastia Mondovì, Bellino, Briaglia, Brossasco, Cardè, Carrù, Casalgrasso, Casteldelfino, Cherasco, Ciglè, Clavesana, Costigliole Saluzzo, Envie, Farigliano, Faule, Frassino, Lagnasco, Lequio Tanaro, Magliano Alpi, Manta, Martinana Po, Melle, Monastero Vasco, Monasterolo di Savigliano, Monchiero, Mondovì, Moretta, Morozzo, Murello, Narzole, Niella Tanaro, Novello, Pianfei, Piasco, Piozzo, Polonghera, Revello, Rocca Cigliè, Rossana, Ruffia, Saluzzo, Sampeyre, Savigliano, Scarnafigi, Venasca, Verzuolo, Villafalletto e Villanova Solaro.

I fiumi e i torrenti

Nella scorsa notte si sono registrati diffusi superamenti dei livelli di guardia nel reticolo idrografico secondario occidentale e sudoccidentale già interessati dagli incrementi più significativi nella giornata di ieri.
I livelli dei corsi d’acqua principale e secondari sono generalmente stazionari o in debole crescita. Incrementi significativi si sono verificati anche lungo le aste di Pellice e Varaita, con superamenti dei livelli di guardia a Luserna San Giovanni per il Pellice e a Rossana per il Varaita. Anche il Ghiandone a Staffarda si è mantenuto sopra il livello di attenzione ed attualmente in lenta crescita verso i livelli di pericolo.
Per i corsi d’acqua principali si segnala il superamento nella notte del livello di guardia alla sezione di Carignano Po, il cui livello è ancora in debole crescita. Il Tanaro, alla sezione di Alba dalla notte si è mantenuto stazionario al di sotto del livello di guardia.

Nella notte si sono verificati fenomeni di versante che hanno interessato principalmente le aree pedemontane e collinari del Piemonte sudoccidentale, dove si sono verificati i valori più elevati di precipitazione. Ma in quota è nevicato dopo i 2500 metri negli ultimi tre giorni si è depositato oltre un metro di neve fresca

Previsioni

Venti di scirocco in quota e flussi orientali nei bassi strati determinano precipitazioni diffuse su zone montane e pedemontane alpine, con valori localmente forti o molto forti nelle vallate del Cuneese, e deboli sparse altrove. Dal primo pomeriggio la circolazione depressionaria si sposterà gradualmente dalla Sicilia verso il mar Egeo, favorendo la risalita dei valori di pressione sul Piemonte e un miglioramento delle condizioni, con parziali schiarite e precipitazioni in generale esaurimento, ad eccezione di possibili rovesci sparsi.

I livelli idrometrici dei tributari di Po e Tanaro, ora stazionari, saranno in generale diminuzione dalle prossime ore. Nel pomeriggio è atteso il transito del colmo di piena sull’asta del Po alla sezione di Carignano e in serata a Torino Murazzi con valori al di sopra del livello di guardia. La piena transiterà dalle sezioni a valle nella notte tra oggi e domani con valori prossimi o al di sotto della guardia. Il Tanaro a valle di Asti sarà in lieve incremento pur mantenendosi ben al di sotto del livello di guardia.

Per oggi e domani sono ancora attesi inneschi da diffusi ad isolati di frane superficiali nei settori pedemontani e collinari del Cuneese.

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente