La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Mercoledì 19 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Autorizzazioni ok, ora l’ultimo tratto di Asti-Cuneo si può costruire

È finalmente arrivato il "Decreto Via", la valutazione di impatto ambientale sull’ultimo tratto ancora mancante

La Guida - Autorizzazioni ok, ora l’ultimo tratto di Asti-Cuneo si può costruire

Cuneo – Si aspettava da quel lunedì 3 aprile quando ersa stato annunciato dal ministro Salvini all’apertura parziale del  tratto dell’Asti Cuneo da Roddi a Verduno. https://laguida.it/2023/04/03/asti-cuneo-verso-la-fine-di-unopera-attesa-da-decenni-si-allultimo-lotto/ Ieri pomeriggio, mercoledì 19 aprile, è finalmente arrivato il “Decreto Via“, la valutazione di impatto ambientale sull’ultimo tratto ancora mancante, che autorizza il definitivo completamentto dell’autostrada Asti-Cuneo. È di fatto l’ultimo atto autorizzativo che si aspettava perché solo così si potrà vedere terminata l’Asti-Cuneo del lotto 2.6a che è quello che da Verduno finisce  nelle campagne di Cherasco, dove improvvisamente l’autostrada si interrompe.
Il documento firmato a Roma dai ministeri dell’ambiente e della cultura prende infatti il nome tecnico di “Decreto Via” (Valutazione impatto ambientale) e rappresenta l’ultimo atto autorizzativo per poter procedere con il completamento dell’ultimo lotto della A33.
“In questo modo – dicono il presidente della Regione Alberto Cirio e uo assessore Gabusi – abbiamo posto la parola fine all’iter di autorizzazione per il completamento dell’autostrada. I lavori potranno pertanto procedere sul lotto mancante, senza interruzione, e grazie a una impresa che in questi mesi ha già dimostrato grande capacità tecnica e rapidità di esecuzione, entro fine 2024 l’Asti-Cuneo sarà completata. È un momento storico per la nostra terra perché coroniamo gli sforzi, la pazienza e la fatica di tanti anni. Con oggi la partita autorizzativa dell’Asti-Cuneo è davvero chiusa”.

L’ulimo tratto

L'Asti-Cuneo da terminare

Il via del ministero per l’ultimo tratto contiene trentuno prescrizioni paesaggistiche o faunistiche da seguire per gli ultimi 5 chilometri. https://laguida.it/2023/03/02/asti-cuneo-si-aspetta-il-via-libera-per-lultimo-lotto/ Si tratta di indicazioni che non riguardano il tracciato, ma suggeriscono interventi di tipo paesaggistico, e tra questi la copertura dei tratti in esterna all’altezza della Tenuta di Pollenzo, con le cosiddette gallerie artificiali “metodo-Milano” ovvero scavi particolari su cui si costruiscono muri, pavimentazione e soffitto che verranno poi mascherati da alberi. Indicazioni che cercano la tutela dell’ambiente e l’esigenza di completare l’infrastruttura.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente