La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 21 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Aggressione e rissa, “Daspo” per sei persone a Ceva e Alba

Provvedimenti decisi dal Questore Nicola Parisi per due episodi avvenuti nelle scorse settimane, quattro i minorenni coinvolti

La Guida - Aggressione e rissa, “Daspo” per sei persone a Ceva e Alba

Cuneo – Un’aggressione e una rissa costano il “Daspo urbano” a sei persone: lo ha deciso il Questore Nicola Parisi, che ha emesso nei giorni scorsi le misure di prevenzione personale tra i “divieti di accesso ad aree urbane” per limitare fenomeni criminali e antisociali. I destinatari del provvedimento sono un italiano di 40 anni (che il 30 dicembre scorso si è reso responsabile di un’aggressione alla titolare di un bar di Ceva) e cinque ragazzi (di cui quattro minorenni, che alla stazione ferroviaria di Alba il 16 gennaio, hanno provocato una rissa in pieno giorno). Le proposte del provvedimento sono giunte dai Carabinieri di Alba e Mondovì, che erano intervenuti nei due episodi. I soggetti destinatari del provvedimento sono quindi considerati pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica, non potranno avere accesso o stazionare nelle immediate vicinanze di bar, caffè, gelaterie, pasticcerie ed esercizi similari dei loro Comune, per un periodo dai 12 ai 24 mesi; se “pizzicati”, rischiano la reclusione da sei mesi a due anni e la multa da 8.000 a 20.000 euro.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente