La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 25 giugno 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Lo stretto legame con la protezione dalle pestilenze dell’iconografia cuneese di San Lazzaro mendicante

L’evocazione della parabola del ricco epulone e del povero che giaceva alla sua porta

La Guida - Lo stretto legame con la protezione dalle pestilenze dell’iconografia cuneese di San Lazzaro mendicante
1-San Lazzaro mendicante Affresco Prima metà XVI secolo

Fig. 1 – San Lazzaro mendicante: Affresco; Prima metà XVI secolo (1530 ca.); Bottega di Pasquale Oddone; Cappella di San Rocco; Brossasco.

San Lazzaro mendicante, da distinguersi dal San Lazzaro invece risuscitato da Gesù a Magdala, è il protagonista di una parabola riportata e attribuita a Gesù di Nazareth dal Vangelo di Luca.
A questa figura la Legenda aurea non dedica però un capitolo specifico, ma più semplicemente la richiama evocandone appunto la parabola nel capitolo dedicato a San Giovanni apostolo ed evangelista. Ed è proprio a lui che Iacopo da Varazze

Per leggere questo contenuto devi essere abbonato all’edizione digitale de La Guida.

Abbonati qui

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente