La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Lunedì 27 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Pd, Gribaudo e Manassero per Schlein, Calderoni equidistante

I democratici piemontesi dovranno scegliere anche il segretario regionale, l’assemblea è convocata in remoto per oggi venerdì 13 gennaio

La Guida - Pd, Gribaudo e Manassero per Schlein, Calderoni equidistante

Cuneo – Ora si sa che le primarie per scegliere segretario e segreteria nazioanale del Pd saranno il 26 febbraoo. Ma i democratici piemontesi dovranno scegliere anche il segretario regionale (l’assemblea è convocata in remoto per oggi venerdì 13 gennaio). Qualcuno aveva avanzato la candidatura della parlamentare cuneese Chiara Gribaudo, ma sembra che in realtà la decisione sia una scelta tra Daniele Valle, Stefano Lepri e il novarese Mimmo Rossi. I tre sono tutti di area Bonaccini, a differenza della Gribaudo che ha scelto e dichiarato di appoggiare la Schlein: “Rappresenta quello che dovremmo essere: il partito del lavoro, della lotta contro le ingiustizie e la crisi climatica, delle donne e dei giovani”.

In Piemonte la Gribaudo sembra abbastanza isolata perché buona parte dei consiglieri regionali dem si sono schierati con Bonaccini così come il sindaco di Torino Stefano Lo Russo. Insieme a Gribaudo pro Schlein anche la sindaca di Cuneo Patrizia Manassero che precisa “non ho firmato documenti e sono ancora in fase di elaborazione anche se protendo per Elly Schlein”. A loro si aggiinge anche il consigliere regionale albese Maurizio Marello.

Per ora equidistante invece il segretario provinciale Mauro Calderoni che precisa: “Sono stato indicato come segretario provinciale in maniera unitaria pertanto ritengo, per come intendo io si debba abitare la politica ed esercitarne i ruoli di rappresentanza e coordinamento, che non sia opportuno spendermi per una delle candidature presentate. Ho chiaramente le mie preferenze e mi esprimerò senz’altro nel congresso, ma non parteciperò ad alcun comitato promotore l’una o l’altra personalità in corsa. In linea generale, come ho già detto nell’assemblea di fine anno credo che sia fondamentale salvaguardare l’essenza plurale e la capacità di sintesi del pensiero progressista che il PD ha sempre realizzato sin dalla sua fondazione. Il PD ha sbagliato tattica nella recente campagna elettorale, ma non ha una crisi di identità, almeno per me. Ha piuttosto perso di vista la propria missione di costruire la sintesi di cui sopra ed elaborare politiche e progetti che sappiano coagulare intorno a sé un ampio fronte della responsabilità in un mondo sempre più condizionato da spinte estremiste. Un PD così saprà ritrovare la sua centralità nel panorama politico proprio recuperando la funzione di stimolo e servizio alle fasce progressiste, ma anche moderate della società”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente