La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 28 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Il Monviso parla agli esseri umani sulla bellezza della natura e ciò che rischia

A parlare è il Monviso, il Re di pietra, che nella tradizione millenaria viene identificato con una divinità

La Guida - Il Monviso parla agli esseri umani sulla bellezza della natura e ciò che rischia

A una favola l’autrice affida il compito di parlare di montagna, ambiente, ecologia. Una storia dunque per tutti che comunica attraverso il linguaggio delle emozioni appoggiando il proprio messaggio anche sulle illustrazioni di Luigi Carbone.
A parlare è il Monviso, il Re di pietra, che nella tradizione millenaria viene identificato con una divinità. La favola rovescia però la prospettiva: non è l’uomo, ma la stessa montagna a dialogare con i venti, osservare le vicende umane, partecipare agli eventi: “non siamo solo noi che la guardiamo e la interpretiamo ma è lei che guarda e interpreta noi, una presenza molto attenta agli esseri umani e alle loro vicende”.
È appunto la libertà concessa ai venti a permettere loro di conoscere il mondo degli umani e così portare al Monviso ciò che hanno appreso nel loro scorrazzare nei fondovalle, nelle strade delle città, ascoltando i discorsi, guardando i comportamenti. La montagna conosce dunque i nomi di quei periodi dell’anno che da millenni sperimenta osservando il sole e le costellazioni e che gli uomini chiamano stagioni.
In questo dialogo coi venti, il Monviso si avvicina al mondo degli umani. Dalle sue parole viene un invito a riflettere sulla bellezza della natura e i suoi legami con ciò che gli esseri umani stanno facendo, in particolare sulla loro follia distruttiva verso i propri simili e verso la stessa natura. Piani che si intersecano e si richiamano a vicenda in questa favola per chiunque abbia in qualche modo attenzione alla natura.

 

La leggenda del Re di Pietra
di Silvia Bonino
ArabaFenice
16 euro

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente