La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Venerdì 27 gennaio 2023

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Seduti accanto al passato due bambini riscoprono la vita in guerra

A sottendere il romanzo è un gioco di rimandi tra passato e presente nei racconti della nonna

La Guida - Seduti accanto al passato due bambini riscoprono la vita in guerra

A sottendere il romanzo è un gioco di rimandi tra passato e presente, tra le persone che raccontano e quelle che ascoltano. È il caso quindi di dare spazio ai personaggi “secondari” anche a quei nipoti che danno il via con le loro domande al ricordo narrato. Si intrecciano infatti domande, che vengono dall’oggi e dal desiderio di conoscere, con lunghe risposte che invece si proiettano nel passato.
La situazione di partenza è un dialogo tra una nonna e i suoi due nipoti in tempo di lockdown. “Come il coprifuoco”, ma cosa ne sanno veramente quei bambini del coprifuoco. Il pensiero della nonna, quasi velato di stizza, prelude invece a un’apertura carica di affetto allorché proprio i nipoti chiedono di raccontare, anzi di “completare” la storia “ufficiale” con quel sottotesto di vita quotidiana che pure la sorregge e spesso la subisce.
I bambini posano i telefonini, gesto ricco di significato, e la nonna prende a raccontare dei suoi genitori Vittorio e Benedetta. Le coordinate della loro vita sono nella descrizione del piccolo alloggio in una viuzza nella Torino del 1936. Difficile in quel momento distinguere nettamente i confini tra privato e pubblico, famiglia e dovere. Vittorio deve partire per un campo di istruzione alle nuove reclute. Benedetta fatica ad accettare le ripetute assenze nonostante le rassicurazioni del marito: “Io amo molto la mia famiglia (…). Ma l’amore per la patria è un’altra cosa”.
È l’inizio di continui arrivi e partenze perché c’è la guerra in Spagna, poi il conflitto mondiale. Vittorio sente di dover fare la sua parte. Benedetta non condivide, non già per motivi politici. L’ideologia è altrove. Per lei la vita è tutta in Vittorio e nei figli. La storia scorre fuori dall’uscio di casa come un fiume che scivola verso il mare.
Un romanzo che ricostruisce la vita di una famiglia aprendo a incursioni nel presente con le voci dei nipoti. Sono questi rapidi tagli del racconto che consentono al romanzo di far spazio al confronto con l’oggi e distillare, sempre secondo le modalità del dialogo, piccoli insegnamenti per accogliere la vita.

 

Come un fiume
di Teresa Angela Del Carmine
Albatros
16,50 euro

Leggimi la notizia!

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente