La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 18 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Salute mentale, problematiche in aumento esponenziale

Attenzioni e risorse insufficienti. L'appello del dottor Arduino, resposabile del Servizio di Psicologia e Psicopatologia dello sviluppo dell'Asl Cn1

La Guida - Salute mentale, problematiche in aumento esponenziale

Giornata mondiale della salute mentale

Cuneo – Si celebra oggi, 10 ottobre, la Giornata Mondiale della Salute Mentale, in concomitanza della quale in Italia si tiene anche la sesta edizione della Giornata Nazionale della Psicologia.
“È passato un anno da quando, in occasione della Giornata mondiale della salute mentale del 2021, segnalavo l’aumento, ampiamente documentato a livello internazionale, delle problematiche legate alla salute mentale, in tutte le fasi della vita – dichiara il dottor Giuseppe Maurizio Arduino, psicologo responsabile del Servizio di Psicologia e Psicopatologia dello sviluppo dell’Asl Cn1 -. Sottolineavo, tra le altre cose, che i dati e le testimonianze che arrivavano dagli operatori della salute mentale e dalle associazioni dei pazienti e dei loro famigliari, erano rimaste in buona parte inascoltate e le attenzioni e le risorse dedicate a quella che è, in modo ormai evidente, un’emergenza nell’emergenza erano ampiamenti insufficienti, spesso limitate a ambiti progettuali. Concludevo, in quel comunicato, con l’auspicio di non dover ripetere, l’anno seguente, l’ennesimo appello a chi ha la responsabilità della gestione della sanità, a tutti i livelli.
“A un anno di distanza – prosegue Arduino-, se da un lato possiamo affermare che gli appelli degli ultimi anni sono stati recepiti da alcune amministrazioni e dagli organismi nazionali e internazionali, anche con finanziamenti dedicati e alcune nuove assunzioni di personale (e questo è il bicchiere mezzo pieno), dall’altro le azioni intraprese restano limitate e, soprattutto, non consentono di mettere a sistema una risposta adeguata ai bisogni sempre più evidenti della popolazione. C’è stato infatti il riconoscimento da parte dell’Organizzazione mondiale della sanità che la salute mentale è di fondamentale importanza per tutti, e in che tutto il mondo i bisogni di salute mentale sono elevati ma le risposte sono insufficienti e inadeguate (si veda, in proposito il report di giugno 2022 dell’Oms Transforming mental health for all disponibile al sito https://www.who.int/teams/mental-health-and-substance-use/world-mental-health-report ); ci sono state, anche da parte dell’Asl Cn1, alcune nuove assunzioni di personale a tempo indeterminato; inoltre, nel nostro Paese, sono state avviate iniziative sia governative che regionali, finanziate, per l’individuazione e il trattamento precoce dei disturbi del neurosviluppo, la promozione del benessere psicologico, lo sviluppo dell’esperienza dello psicologo scolastico e l’attivazione della figura dello psicologo delle cure primarie. Il limite di queste iniziative, tuttavia, è tuttora quello che i finanziamenti stanziati sono stati utilizzati soli in parte (in alcune realtà anche a causa di ostacoli o lentezze burocratiche) e, soprattutto, che questi finanziamenti coprono un periodo limitato e non rendono possibile una reale azione di sistema (peraltro prevista, anche per l’area della salute mentale, dal decreto del presidente del consiglio dei ministri del 12 gennaio 2017 sui livelli essenziali di assistenza). Detto in altri termini, se non viene garantita una continuità, con risorse adeguate non episodiche e con la stabilizzazione di personale dedicato, l’azione dei servizi non riuscirà a rispondere in modo adeguato (e questo è il bicchiere mezzo vuoto) al mandato dell’Oms e a quanto previsto dalla normativa nazionale”.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente