La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Sabato 20 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Oggi, a Cuneo, i funerali dell’ing. Riccardo De Francisco

Dirigente Enel negli anni '70 lavorò al cantiere dell'Alto Gesso di Entracque, da pensionato fu membro del Tavolo tecnico per il Tenda bis e del Lions Club di Cuneo

La Guida - Oggi, a Cuneo, i funerali dell’ing. Riccardo De Francisco

CuneoOggi, alle 14.30, nella chiesa del Cuore Immacolato si celebrano i funerali dell’ingegner Riccardo de Francisco. È morto a 78 anni, per un tumore, nella sua abitazione di via Bassignano.

Era nato a Fiume, crebbe ad Asti e dopo la laurea al Politecnico di Torino venne assunto all’Enel, nel 1970, diventandone poi dirigente. Il suo primo incarico fu quello di assistente ai lavori edili e meccanici al cantiere dell’impianto dell’Alto Gesso, a Entracque. Seguì in particolare le prove sui materiali di costruzione della diga del Chiotas e anche la costruzione delle gallerie di derivazione Chiotas-Piastra e Rovina-Piastra e quella in cui passano le condotte forzate che alimentano la centrale idroelettrica della Piastra.

Per anni, per la sua grande esperienza professionale, fu volontario del tavolo tecnico di coordinamento del tunnel del Tenda bis. Seguì il cantiere del valico internazionale e nelle riunioni del tavolo non mancò di rintuzzare Anas sulle ripetute violazioni del rispetto del cronoprogramma dei lavori. “Un cantiere di cui di questo passo non vedrò la conclusione”, De Francisco confidò più di una volta, ben prima che a settembre gli diagnosticassero la malattia. 

De Francisco era membro del Lions cuneese, ne era orgoglioso, ed incarnava con il suo carattere e sensibilità gli alti valori del sodalizio mettendosi a disposizione della comunità. Tra i vari service cui collaborò attivamente vi fu la realizzazione dell’area giochi inclusiva del Paperino Club sul Viale degli Angeli.

Il compianto lascia la moglie Matilde («Bili»), le figlie Maria Chiara (insegnante di Lettere alle Medie di Busca), Maria Cristina (dottoressa in uno studio notarile) e i nipoti.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente