La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Martedì 28 maggio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Attenzione alla processionaria del pino!

Infestata l'area della Roccarina, in Valle Pesio, dove sono intervenuti gli operatori dell'ente Aree Protette Alpi Marittime

La Guida - Attenzione alla processionaria del pino!

Valle Pesio – Infestazione di processionaria del pino (Traumatocampa pityocampa) nell’area della Roccarina, nei pressi della sede del Parco del Marguareis, in Valle Pesio, come in numerose altre zone del Cuneese. Lo comunica l’ente Aree Protette Alpi Marittime, i cui operatori nei giorni scorsi sono intervenuti in loco per cercare di limitare il fenomeno, senza tuttavia eradicarlo. Dall’ente giunge, quindi, la raccomandazione ai visitatori a porre particolare attenzione e ad adottare alcune precauzioni, onde scongiurare il pericolo di contaminazione. Innanzitutto – spiegano gli esperti – occorre evitare di toccare i nidi di questo lepidottero, che si presentano come globi bianchi sui pini, i tronchi ed i rami delle piante e di sostare nelle zone infestate. Prima di sedersi per terra bisogna controllare che sul terreno non vi siano larve ed è opportuno indossare pantaloni e maglie a manica lunga. Particolare attenzione va riservata ai cani, che vanno tenuti al guinzaglio corto e che devono evitare contatti diretti con la processionaria. Le larve di questo lepidottero presentano, infatti, sul dorso peli urticanti che, liberati nell’ambiente o per contatto diretto, provocano irritazioni cutanee, alle mucose e alle vie respiratorie degli uomini come degli animali. In particolare, se è stato leso dalle larve, il cane diventa nervoso, deglutisce ripetutamente, cerca di toccarsi la bocca con le zampe e presenta ipersalivazione, edema linguale e facciale, problemi respiratori, vomita, manifesta reazioni infiammatorie sulla pelle, le mucose e sulla lingua: va, quindi, portato immediatamente dal veterinario.
In questi giorni le larve di processionaria sono uscite dai nidi e sono scese a terra dagli alberi per interrarsi a qualche centimetro di profondità. Qui si trasformeranno in crisalidi e a inizio estate gli adulti sfarfalleranno, per poi accoppiarsi e deporre le uova sugli aghi dei pini. Le giovani larve ad agosto inizieranno la loro attività mangiando e costruendo nidi tra i rami, simili a batuffoli di cotone, dove sverneranno, per poi ricominciare il ciclo vitale la primavera prossima.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente