La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Domenica 21 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

A Cuneo la mostra fotografica parlante “Non chiamatemi morbo”

Per sensibilizzare sulla situazione di chi è colpito dal Parkinson, l'iniziativa del "Grandis" con "La Parkimaca" e l'ospedale

La Guida - A Cuneo la mostra fotografica parlante “Non chiamatemi morbo”

Cuneo – Si tiene oggi l’inaugurazione della mostra fotografica parlante “Non chiamatemi morbo. Storie di resistenza al Parkinson”, che dal 4 al 20 febbraio porta in Palazzo Samone (via Amedeo Rossi 4) fotografie di Giovanni Diffidenti accompagnate dalla voce di due grandi artisti come Lella Costa e Claudio Bisio. L’iniziativa è a Cuneo per sensibilizzare sulla situazione di chi è colpito dal Parkinson e si svolge grazie alla collaborazione tra l’istituto superiore “Grandis”, l’associazione centallese “La Parkimaca” e l’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle, con il patrocinio del Comune di Cuneo.
Alle 10 conferenza riservata al cinema Monviso: gli studenti del “Grandis” si confrontano sull’esperienza “Non Chiamatemi Morbo”; alle 17, a Palazzo Samone, inaugurazione della mostra; alle 21 incontro pubblico con gli autori e gli specialisti presso sala polivalente Cdt, in largo Barale 1.
Orari di apertura dell mostra: venerdì 15 – 18; sabato e domenica 10 – 19; visite riservate a gruppi e scolaresche: giovedì e venerdì ore 9 – 12.
Ingresso gratuito; richiesti green pass rafforzato e mascherina ffp2; prenotazione obbligatoria su www.nonchiamatemimorbo.info. Per informazioni: nonchiamatemimorbo@grandiscuneo.it.

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente