La Guida - L'informazione quotidiana in Cuneo e provincia

Giovedì 25 luglio 2024

Accedi a LaGuida.it per leggere il giornale completo.

Non hai un accesso? Abbonati facilmente qui.

Sicurezza, tre persone “ammonite” dal Questore

Un uomo di Demonte e una donna di Boves, oltre a un giovane di Saluzzo. Più di venti i casi di provvedimenti simili nel solo mese di settembre

La Guida - Sicurezza, tre persone “ammonite” dal Questore

Cuneo – Nella mattinata di oggi (venerdì 25 settembre) il Questore di Cuneo, Emanuele Ricifari, ha firmato tre misure di ammonimento (i cosiddetti “avvisi del Questore”, in passato “diffide”) a persone che non risultano aver tenuto comportamenti ai limiti della legge; una misura di prevenzione, prima di interventi differenti sul piano amministrativo e di certe limitazioni delle libertà individuali, per motivi di sicurezza. Finora, nel solo mese di settembre, sono almeno venti i provvedimenti simili già firmati dal Questore, per tutto il territorio provinciali, in seguito a istruttorie della divisione anticrimine della Questura su segnalazioni giunte dalle diverse forze di pubblica sicurezza. Nei tre casi si tratta di un giovane e di due “over 40”: un saluzzese classe 2001, di origine straniera e nato in Italia, appena diventato cittadino italiano; a Demonte, un uomo nato nel 1976 a Mondovì; a Boves, una donna classe 1979 (questi due casi sono giunti dalla compagnia Carabinieri di Borgo San Dalmazzo, l’altro da quella di Saluzzo; in due casi su tre si tratta di situazioni collegate allo spaccio di droga).

 

La Guida - testata d’informazione in Cuneo e provincia

Direttore responsabile Ezio Bernardi / Editrice LGEditoriale s.r.l. / Concessionaria per la pubblicità Media L.G. s.r.l.

Sede legale: via Antonio Bono, 5 - 12100 Cuneo / 0171 447111 / info@laguida.it / C.F. e P.IVA: 03505070049
Aut. Tribunale di Cuneo del 31-05-1948 n.12. Iscrizione ROC n. 23765 del 26-08-2013

La Guida percepisce i contributi pubblici all’editoria previsti dalle leggi nazionali e regionali.
La Guida, tramite la Fisc (Federazione italiana settimanali cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Privacy Policy Amministrazione trasparente